Il saluto del presidente Agostino Barone: grazie Michela per tutto quello che hai dato per questa maglia , ti auguriamo infinite soddisfazioni

" Ringraziamo Michela per tutto quello che ha dato in questi anni. Ricciardi è figlia della Voallto, figlia del progetto rosanero. Lei e la squadra sono cresciute insieme. Talento e tecnica non si discutono. Davanti al suo desiderio di giocare di più, davanti alla sua richiesta di cambaire ruolo per giocarsi, leggittimamente, le sue carte di ambire ad un posto in A non potevamo fare altro che accontentarla. La Voallto è una famiglia, lei è una figlia. La lasciamo andare come un padre fa con un figlio desideroso di fare esperienze nuove. La salutiamo con affetto, le auguriamo ogni bene e infiniti successi". Così il presidente volaltino, Agostino Barone saluta la partenza di Michela Ricciardi. 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
Leggi

Michela Ricciardi saluta la Volalto e approda a Sabaudia: scelta obbligata per crescere. Qui lascio il mio cuore

Michela Ricciardi

 

Michela Ricciardi lascia la Volalto. Nella giornata odierna, infatti, la forte atleta casertana ha raggiunto un accordo sino a fine stagione con il Sabaudia, club militante in B2.

La scelta dell’oramai ex volaltina è stata puramente dettata dalla sua ferma volontà di giocare di più e, soprattutto, di poter giocare in tempi relativamente brevi in pianta stabile in serie A.

“ Purtroppo – spiega la Ricciardi – io nasco come centrale ed in quel ruolo sino alla B1 spesso, grazie anche alle mie doti nel salto, sono riuscita a fare la differenza. Nella massima serie queste qualità non bastano più. Occorre l’altezza. Bisogna essere decisamente più alte del mio metro e settantotto. Da qui, allora, la mia scelta di cambiare ruolo e scegliere di giocare in posto 4”.

Detto così sem...

Leggi

Martinuzzo fa il pieno di fiducia: con Vicenza alla pari per buona parte della sfida, manteniamo lo stesso spirito e possiamo sperare nella salvezza

martinuzzo“ Peccato, per due set abbiamo tenuto testa a Vicenza,  poi abbiamo subito il ritorno delle nostre rivali ed alla fine ci siamo dovute arrendere”. Linda Martinuzzo, forte centrale rosanero, non nasconde la sua delusione per il ko di domenica scorsa. Una sconfitta che, però, ha ancora una volta mostrato quanto l’attuale classifica volaltina non sia fedele testimone del valore della squadra. “ Ci abbiamo provato e per due set devo dire che ci stavamo anche riuscendo. Ma anche nel terzo e quarto set, almeno sino alle loro parti centrali, siamo sempre rimaste ben incollate alle vicentine, poi, abbiamo dovuto cedere il passo. In questo – spiega Martinuzzo – siamo state  condizionate anche dalle non perfette condizioni fisiche di Soraia...

Leggi