post

Golden Tulip, questa è da vincere. Domenica 17 le rosanero attendono in casa Perugia

Semifinali play off promozione in A2. Stagione 2013/14. Gara tre. Perugia, dopo il ko interno, ha saputo sbancare il Palasport di Viale Medaglie d’Oro e riportare la serie sul campo amico. Il match è durissimo. Caserta mette in campo anche l’anima. Si arriva al tie break. Le umbre lo giocano alla perfezione, hanno svariati match point, pare finita. Qui si compie il capolavoro sportivo del club rosanero. Parte una rimonta che ah dell’incredibile. Punto dopo punto, la VolAlto impatta sul 15 pari e poi va a chiudere vittoriosa la sfida approdando, così, in finale. . Forse è il match più bello giocato dalla VolAlto nella sua storia sportiva. A distanza di tre anni e mezzo si ritrovano. Golden Tulip VolAlto Caserta- Wealth Planet Perugia. E’ la quindicesima giornata della Samsung Volley Cup di A2.

“ Ricordi indelebili di una serata magica – afferma il libero Federica Barone – Il presente, però, ci impone di non soffermarci a pensare, ma di correre ed anche tanto. Quella di domenica è partita da vincere assolutamente. Guardando la classifica, si capisce bene che non possiamo assolutamente fallire. Dobbiamo tornare a far punti”.

Dopo sette tornei in B1 e da ben tre finali play off promozione, soltanto questa estate, grazie ad un ripescaggio, il team umbro è riuscito ad approdare nella seconda serie nazionale. Tante le novità. A parte, infatti, la conferma dello staff tecnico guidato dal primo allenatore Fabio Bovari, è invece mutato radicalmente l’organico con ben undici nuovi arrivi di cui ben tre ex volaltine. La forte opposta Fiore, in rosanero proprio nell’anno della promozione, le laterali Lotti e Pascucci, rispettivamente due stagioni fa e lo scorso torneo all’ombra della Reggia. Con loro occhio alla centrale, Repice che fa del muro e la fast i suoi colpi più importanti e a Garcia Zuleta, In regia gioca Mazzini, mentre Giampietri è il libero titolare . Undici punti conquistati, quattro successi e nove sconfitte. Nell’ultimo ha superato in casa Marsala portandosi, così, a più sette dalle campane.

“ Lo ripeto – continua Barone – a questo punto non guardiamo più la classifica. Nel senso che dobbiamo riprendere a far punti contro ogni avversario, rimetterci in cammino e vedere dove ci troveremo alla fine del girone di andata”.

Il libero delle dragonesse fa anche un passaggio sulle tante ex in campo “ Sempre bello ritrovare giocatrici con le quali si è condiviso un pezzo importante della propria carriera, ma ci saluteremo prima e dopo la sfida, durante il match conterà solo vincere”. Il calendario offre, nell’immediato, sfide sulla carta più abbordabili, “Dovremo essere brave ad approfittarne. Perugia ha individualità di esperienza e contro le quali dovremo prestare tanta attenzione. Servirà lo spirito mostrato contro Soverato e Chieri, dovremo essere, sportivamente parlando, tanto, tanto cattive”.

Si comincia alle 17:00, Ingresso gratuito. Arbitreranno i signori Danilo De Sensi e Christian Palumbo.

post

La VolAlto pronta al gran salto in A1

La Golden Tulip VolAlto Caserta guarda al presente, ma è già proiettata all’incipiente futuro.  La società rosanero ha nel mirino un titolo di serie A1 ed è già in trattativa per la sua acquisizione.

La società rende, altresì noto, che uscirà dalla Fipav Regionale Campania. Ovviamente resterà, come previsto da regolamento, all’interno della Federazione Nazionale e sta meditando di iscriversi presso altra sezione regionale.

Il nuovo club rosanero ha le idee molto chiare sul da farsi  e su come portarle a compimento. In caso di salvezza, l’attuale serie A2 verrà fatta con una società ex novo che si chiamerà VolAlto Caserta, la serie A1,  che rimarrà sempre nella città capoluogo, verrà fatta con altra società che prenderà, invece,  la denominazione di VolAlto Campania. In caso di retrocessione in questa stagione, ipotesi, assolutamente non presa in considerazione, i piani non cambieranno. Rimarrà la serie A1 e la B1 in questo caso, però, con un unico codice di affiliazione.

Insomma, quella che sta prendendo forma è una vera  e propria holding sportiva che mira a rendere la VolAlto una realtà di grandezza assoluta,  un faro ed un riferimento per tutto il movimento pallavolistico sia a livello senior che giovanile. Un impegno teso a portare per la prima volta in città e nell’intera provincia la serie A1, una categoria nella quale la VolAlto intende avere un ruolo da protagonista e non da semplice meteora.

 

post

Millennium Brescia- Golden Tulip VolAlto Caserta 3 – 0 ( 25-17; 25-16; 25-22)

Si torna a casa con un secco tre a zero. In poco più di un ora di gioco la Millennium ha avuto la meglio della Golden Tulip. Una sconfitta netta sia nei set che nei singoli parziali. Purtroppo un passo inidietro rispetto alle positive uscite delle ultime settimane. Si nutriva una moderata fiducia circa questa partita. E’ vero che si sfidava una squadra reduce da importanti risultati, ma i precedenti match delle dragonesse spingevano ad una timida speranza si potesse tornare da Montichiari con qualcosa di concreto in carniere. Invece, il campo ha cancellato speranze ed ambizioni e consegnato alle statistiche del campionato uno 0-3 che lascia ben poco spazio ad ulteriori commenti. Brescia centra la sua ottava vittoria stagionale e prosegue il viaggio nella zona play off. Per Caserta, in attesa dell’incipiente mercato di riparazione invernale, diventa fondamentale battere in casa Perugia domenica prossima. Le umbre si sono liberate facilmente di Marsala e sono adesso a più sette sulla Golden Tulip. La sconfitta di Olbia,terz’ultima, tiene le dragonesse a meno cinque dalla salvezza diretta.

Il tabellino

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA – GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA 3-0 (25-17 25-21 25-18)

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA: Villani 15, Veglia 8, Decortes 10, Dailey 1, Guidi 4, Prandi 3, Parlangeli (L), Biava 5, Canton. Non entrate: Bortolot, Vilponen, Norgini, Angelini. All. Mazzola.

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA: Mabilo 5, Manig 3, Cvetnic 6, Taje’ 10, Denysova 10, Silotto 2, Barone (L), Marangon (L). Non entrate: Abbate, Emendato, Forte. All. Madonna. ARBITRI: Jacobacci, Mesiano. NOTE – Durata set: 21′, 23′, 23′; Tot: 67′.