Arcangelo Madonna si dimette. Con lui lasciano l’incarico anche gli assistenti Campolattano e Cioffi

La VolAlto Caserta comunica che Arcangelo Madonna non è più il capo allenatore della formazione rosanero.  Nella giornata odierna il tecnico casertano, subentrato  lo scorso 27 novembre all’esonerato Dragan Nesic, ha rassegnato le proprie dimissioni. Con lui lasciano l’incarico i suoi assistenti Salvatore Campolattano e Angelo Cioffi.
Le dichiarazioni del coach dimissionario

” Ringrazio  il presidente Nicola Turco per  avermi dato la possibilità di lavorare e confrontarmi in serie A2, per avermi, altresì, fatto vivere una esperienza umana e professionale molto formativa. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato con me ed in particolar modo Salvatore Campolattano e Angelo Cioffi per la dedizione e impegno profuso nel cercare di raggiungere ogni domenica un risultato positivo. Auspico per la Volalto le migliori fortune”.

La società, ringraziando il coach e gli assistenti per il lavoro svolto, augura loro nuove  e gratificanti opportunità professionali.

Intanto martedì 9 gennaio si apre il mercato di riparazione. Rimarrà aperto sino al 31 gennaio.

Troppo forte la Battistelli, le romagnole violano il taraflex della Golden Tulip

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA                    0
BATTISTELLI SAN GIOVANNI MARIGNANO       3
(18-25; 19-25; 14-25)

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA: Marangon, Denysova (8), Silotto, Manig (1), Cvetnic (10), Barone, Mabilo (5), Tajè (4). Ne: Abate, Forte, Savinelli, Emendato. Allenatore: Madonna
BATTISTELLI SAN GIOVANNI MARIGNANO: Casillo (14), Bordignon, Barttistoni, Markovic (15), Zanette (15), Saguatti (7), Gibertini, Gray, Nasari, Sgarbossa, Giordano, Caneva (7). Allenatore: Saja

Finisce con un netto 0-3 la sfida tra Golden Tulip e Battistelli San Giovanni in Marignano. Troppo netto il divario tra le due squadre. Caserta ha provato con le armi a sua disposizione a tenere testa alla corazzata romagnola, ma complice la straordinaria serata di Casillo e le sempre positive Markovic e Zanette, ha potuto fare ben poco. La Battistelli continua così la sua corsa ai vertici della classifica, mentre Caserta approfittando del turno di riposo e dell’incipiente mercato, prepara le prossime due sfide casalinghe: Olbia ed Urbino. Li comincerà un’ altra storia.

PRIMO SET (18-25)

Inizia bene Caserta che si porta subito vanti di due. (6-4). Marignano però si ritrova e con un doppio errore di Silotto in ricezione pareggia e mette la freccia. Il set prosegue equilibrato, punto a punto ed è il muro rosanero Manig-Mabilo che riporta in corsa le padrone di casa sul 10-11. Le ospiti puntano su forza e precisione ed allungano sul 15-20, con le dragonesse che continuano ad avere seri problemi in ricezione. L’allungo di San Giovanni è importante. Markovic colpisce con impressionante continuità. Saguatti fa male al servizio  Il set è della Battistelli.

SECONDO SET (19-25)

Tanto equilibrio in avvio di parziale, ma Caserta che fa ancora fatica in ricezione regalando punti alle ospiti, (4-6). Il doppio errore in battuta lancia la Battistelli in scia positiva sul 7-12, ma la Golden si rivitalizza con l’ingresso di Maragon che dona alle dragonesse maggior compattezza in difesa. In attacco però, resta poca precisione e San Giovanni allunga 8-15. E’ ancora il duo Cvetnic in battuta e Denysova in difesa a muro solitario a provare a cambiare l’inerzia del parziale ma Casillo trascina ancora le sue sul 12-19. Una Mabilo dal braccio caldissimo accorcia sul 15-20, la Battistelli però gioca d’astuzia ed incanala il parziale sulle proprie corde. E’ Denysova ad annullare la prima palla set delle avversarie, ma è proprio lei che regala il venticinquesimo punto a Marignano con l’errore in battuta.

TERZO SET (14-25)

Marignano parte fortissimo. (0-4). Il braccio de duo Markovic-Zanette è sahariano. Due ace di Cvetnic  e l’errore al servizio di Markovic riportano le loclai sul meno uno. (3-4). E’ un attimo. La Battistelli allunga, con Casillo che spadroneggia al centro del campo sia a muro che in attacco, regalando alle sue il 6-11. Caserta cerca di restare in scia per provare a portare il match al quarto set ma le ospiti sbagliano davvero pochissimo in difesa, allungando inesorabilmente sul 9-18 dominando la scena. Il decimo punto è delle dragonesse con una prova di forza del duo Denysova-Cvetnic con un filotto positivo sul 12-19. E’ ancora troppo poco però per spaventare Markovic e socie, particolarmente compatte portandosi sul 13-24. A decidere l’incontro è ancora l’errore in battuta di Mabilo, che fa partire la festa di Marignano.

Dragonesse all’assalto della Battistelli San Giovanni Marignano. Denysova: riminesi team di spessore, proveremo a fare la partita perfetta

Dulcis in fundo. Chissà se sabato 30 dicembre, l’antico adagio latino non trovi la sua migliore sintesi in chiave rosanera.

Diciassettesima giornata della Samsung Galaxy Volley Cup, il campionato di serie A2 arriva al giro di boa. La Golden Tulip riceve la visita della Battistelli San Giovanni Marignano. Le dragonesse vogliono continuare a muovere la loro classifica, vogliono chiudere con un sorriso questo 2017 spesso avaro di gioie, vogliono continuare la rimonta sulle dirette rivali per la salvezza.

“ La Battistelli non è un avversario semplice – spiega Karyna Denysova – Una rivale che sta facendo molto bene e che certamente potrebbe anche ambire al primato del girone”.

Quinta in classifica, ma a sole tre lunghezze dalla capolista Cuneo, la formazione riminese ha sinora messo in cascina 32 punti. E’ squadra solida, esperta e decisamente pericolosa con le attaccanti di palla alta: le laterali Saguatti e Markovic e l’opposto Zanette. “Bisognerà, allora, dare molta pressione al servizio, farle andare fuori ritmo, ma anche riuscire a sporcare con il muro i loro attacchi”.

San Giovanni Marignano è al suo secondo anno in serie A2, lo scorso torneo a sorpresa seppe centrare il pass per i playoff, arrendendosi alla Delta Informatica Trentino solo nella decisiva gara-3 dei quarti di finale. In estate Stefano Saja rileva Marchesi sulla panchina delle romagnole ed anche l’organico viene profondamente rinnovato con gli arrivi di giocatrici importanti per la categoria come, per l’appunto, l’opposto Zanette (da Palmi), la laterale austriaca Markovic, le centrali Caneva, l’ex di turno Casillo e il libero Gibertini.

“Senza dubbio un roster di esperienza – prosegue la talentuosa schiacciatrice ucraina capace di scrivere ben 31 punti a referto nella sfida contro Baronissi – noi metteremo in campo la nostra fame di punti, la nostra sana incoscienza giovanile, ma facendo ben attenzione a non avere cali di rendimento. Non per spavalderia e rimanendo sempre con i piedi ben piantati per terra, noi affrontiamo tutte le sfide con la determinazione massima ed in nessuna ci sentiamo battute in partenza. Sappiamo che per uscire bene da match del genere occorre essere quasi perfetti. Noi ci proveremo”.

Si comincia alle 17:00, ingresso gratuito. Arbitreranno i signori Fabio Scarfò e Fabrizio Nicolazzo