post

Lo staff della Bartoccini durante la gara si rivolge alle Atlete e allo staff della Volato 2.0 in campo chiamandole “in tutti i modi volgari possibili”

E questo è sport? Le atlete della VOLALTO 2.0 chiamate in tutti i modi possibili dallo staff Bartoccini. Il Presidente del Bartoccini mette la ciliegina sulla torta, a bordo campo dove non poteva stare, usava atteggiamenti, comprovati da foto e video, non consoni al suo ruolo, contro le atlete VOLALTO 2.0. Le atlete, staff e società della VOLALTO 2.0 sono rimasti sconvolti dal “metodo” della Bartoccini che con questo modo di fare ha trasformato uno sport, che dovrebbe dare esempio alle ragazze, in una volgarità inaudita. Il nostro progetto Golden Tulip VOLALTO 2.0 non è questo! La Societa VOLALTO 2.0 chiedera’ il deferimento e squalifica del Presidente e di alcuni membri dello staff e la squalifica del Palazzetto.

post

Le atlete della Golden Tulip VOLALTO 2.0 Caserta dopo aver vinto il primo set e dominato per 9 a 2 il secondo set si spengono: Perugia vince 3-1

Si ferma la striscia vincente della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta. A Perugia, contro la Gioiellerie Bartoccini, capitan Cella e compagne si arrendono per 3-1 alle umbre, capoliste della Pool Promozione. Dopo un primo set convincente, le rosanero non sono più riuscite a tenere testa alle avversarie lottando praticamente nel secondo parziale, visto che terzo e quarto set sono stati vinti abbastanza agevolmente dalle perugine. Primo ko nella seconda fase ma bisognerà subito reagire, già da domenica prossima. Ancora una gara in trasferta, contro l’Omag San Giovanni Marignano.

PRIMO SET. La Golden Tulip parte subito in quinta: nei primi 10 punti del match ben 7 sono di marca rosanero. Pascussi prova a riportare sotto la sua squadra (8-10) ma Melli rimanda via le avversarie. La capolista Perugia però, ovviamente, non ne vuole sapere di ‘abbandonare’ il parziale e quindi punto su punto riesce ad agganciare la formazione di patron Turco a quota 16. Ma è un fuoco di paglia: la Volalto 2.0 Caserta allunga nuovamente chiudendo con Melli uno scambio lunghissimo che vale il 17-20. Sul 21-22 coach Bracci chiama time-out ed è la mossa giusta: al rientro in campo Perugia non andrà più a terra, chiude Dalia a muro siglando il 21-25.

SECONDO SET. Partenza subito sprint di Caserta che va prima sullo 0-6 e poi conquista il massimo vantaggio sull’1-8 di Matuszkova. Perugia però non molla, alza il muro e inizia a giocare. Casillo riesce a trovare un buon primo tempo dopo una grande difesa rosanero per portare nuovamente la gara in parità a 14. Kotlar porta addirittura in vantaggio la Gioiellerie Bartoccini e da quel momento in poi la Volalto 2.0 inizia a sbandare fino ad avere 4 punti da recuperare alle avversarie (19-15). Coach Bracci chiama time-out e poco dopo manda in campo anche Maggipinto per Matuszkova. Ma il set è ormai andato: Frigo out in fast ed è 24-19. Un set point è annullato ma non il secondo: chiude Pascussi 25-20.

TERZO SET. C’è grande equilibrio fino all’8-8 poi Perugia riesce a conquistare un break positivo di 3 punti che poi risulterà decisivo (11-8). La Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta non riesce più ad impattare e la Gioiellerie Bartoccini ne approfitta portandosi addirittura sul 19-12 costringendo coach Bracci a fermare il gioco per 30 secondi. Entra in campo Fucka ma le rosanero non si smuovano da 12. Sull’ace di Pietrelli (22-12) l’allenatore casertano alza quasi bandiera bianca: dentro Giugovaz e Trevisiol per far rifiatare Melli e Dalia. Chiude Kotlar con un perfetto primo tempo per il 25-15.

QUARTO SET. Il muro su Repice lancia subito Perugia (5-2). E il set sarà praticamente a senso unico. Caserta subisce le azioni avversarie e la difesa umbra è impressionante: le attaccanti rosanero non fanno male e nemmeno Frigo spostata nel ruolo di opposto riesce a far cambiare le sorti del match. Pietrelli e Smirnova sbagliano pochissimo e regalano il +9 alla Gioiellerie Bartoccini. Sul 19-10 coach Bracci chiama time-out ma a sorridere è la formazione padrona di casa: ‘doppia’ Petrelli nel finale regala prima 11 match point e poi i 3 punti chiudendo 25-13 (3-1).

Scostumatezza nei confronti del Presidente Turco che allerta subito la Questura di Perugia

Turco accompagna la squadra al Pala Barton di Perugia. Immediatamente fuori all’entrata un personaggio della Protezione Civile si altera nei confronti del Presidente e della moglie. Educatamente Turco e consorte si allontanano e allertano la Questura di Perugia. La partita inizia alle 20.30 e Turco è preoccupato anche per l’arrivo dei tifosi da Caserta. Se questo è il clima di Perugia c’è da preoccuparsi. Alla fine il Presidente e la moglie messi in un angolo della Tribuna a vedere la partita.