post

La Golden Tulip VolAlto 2.0 Caserta è seconda! Anche contro gli arbitri vince 3-1 a Orvieto e li asfalta!

Una vittoria da urlo della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta sul campo della Zambelli Orvieto: un 3-1 che permette alle rosanero del presidente Turco di acciuffare il secondo posto approfittando anche del passo falso di Soverato (ko 3-1 a Pinerolo). Cella e compagne sono più forti anche dell’arbitraggio che in più occasioni ha provato a rendere ancora più difficile il cammino delle casertane. Un successo di fondamentale importanza anche per la Pool Promozione, che partirà tra qualche settimana dopo la regular season.

PRIMO SET. Partenza choc della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta: subito 6-2 per Orvieto e coach Bracci chiama time-out. Al rientro in campo non c’è reazione: sull’ace di Montani (10-2) l’allenatore rosanero sfrutta anche il suo secondo ‘tempo’ ma la gara non svolta. E la Zambelli va facilmente a vincere il set chiudendo addirittura con ben 16 punti di vantaggio sulle avversarie. D’Odorico in diagonale sigla il 25-9.

SECONDO SET. Molto più equilibrato il secondo parziale con le due squadre che vanno punto a punto ma poi ci pensano capitan Cella e compagne a tracciare un primo solco (9-11). Orvieto si ferma a 9 e Caserta arriva a 14. Time-out della Zambelli. L’ace di Melli regala il 15-19 ma le padrone di casa non si arrendono e pian piano si rifanno sotto. Tornano fino al -1 (22-23) quando D’Odorico costringe coach Bracci a chiedere time-out. Melli permette alle rosanero di avere 2 set point. Il primo è annullato sempre da D’Odorico ma poi ci pensa Dalia a stampare un monster block che sigla l’1-1 (23-25).

TERZO SET. Repice in fast porta subito avanti di 2 lunghezze la Volalto 2.0 Caserta: 5-7. E’ sempre la centrale calabrese ad allungare fino al 5-9. Time-out Orvieto. La pipe di Melli regala il vantaggio di 5 punti (7-12) e il distacco dalla formazione umbra resta vivo fino al termine del parziale con Ghilardi super e Dalia che distribuisce alla grande per le attaccanti Melli e Cella e per le centrali Fucka e Repice, con Frigo superstar ancora una volta nel ruolo di opposto dopo una metà set (il primo) di Perez non all’altezza. Si chiude 20-25 e si va al quarto con Caserta avanti 2-1.

QUARTO SET. Punto a punto fino a metà parziale con l’errore dell’attaccante D’Odorico che permette alla Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta di andare avanti di 2 (13-15) costringendo l’allenatore di Orvieto a fermare il gioco per 30 secondi. Le rosanero provano lo sprint finale ma la Zambelli sul più bello tiro fuori le unghie e addirittura conquista un set point (24-23) sull’invasione a rete di una giocatrice casertana. Melli annulla tutto e si va ai vantaggi. Ci pensa D’Odorico: due errori in attacco e 3 punti per le ospiti. Che ora sono seconde!

post

Golden Tulip VolAlto 2.0, scontro con Orvieto. Per le rosanero e coach Bracci è arrivato il momento di dimostrare

E’ la gara più importante della prima fase: la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta va in terra umbra contro la Zambelli Orvieto. All’andata al PalaVignola si imposero al tie-break le ospiti ma domenica, 6 gennaio. Si sfidano la seconda forza del girone A (la Zambelli) e la quarta classificata (la Volalto 2.0) che però sono divise solamente da 2 punti (29 contro 27). E’ facile capire che questo è il big match della giornata e forse di tutto il girone di ritorno. In questo match si pesano squadra e coach rosanero. Fino ad adesso il Club rosanero ha fatto passare tutto e fatto parlare tutti. Questa prima fase è stata di esperienza, ora ci vogliono i risultati che non si sono visti nelle partite decisive. Si gioca il giorno della Befana alle 17: ad Orvieto sarà una bella sfida.

post

La Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta batte 3 a 0 Olbia e passa alla ‘fase promozione’

Passano le prime cinque alla ‘fase promozione’ e ci sarà anche la Golden Tulip VolAlto 2.0 Caserta che mette il primo tassello della propria storia nella Pallavolo italiana. E mancano ancora 2 partite per la prima fase. A caldo il Presidente Nicola Turco: “Questa prima fase è stata di esperienza”. Questa risposta del patron fa capire tanto: il numero uno della società rosanero già pensa al mercato, ed ha già in testa qualcosa di importante…

PRIMO SET. Le padrone di casa partono meglio (4-1) ma è Frigo a rompere l’incantesimo con una bella fast che lancia la squadra rosanero. Il pareggio è questione di secondi ed arriva a 5 sull’invasione di Tajè. Frigo on fire: attacco vincente dalla seconda linea e poi l’ace portano la Volalto 2.0 Caserta ad avere ben 5 set point. Coach Anile chiama time-out. Salgono in cattedra anche Repice (muro) e Cella (un perfetto diagonale) e la Golden Tulip arriva a 20 con 4 punti di vantaggio sulle avversarie. Olbia non reagisce e le ragazze del Presidente Turco prendono il largo: si chiude 19-25 con l’errore al servizio dell’atleta sarda.

SECONDO SET. Prima parte di parziale molto equilibrata. Dall’8-7 Olbia si ritrova essere sotto di 2 (8-10) e coach Anile si gioca il primo time-out. Al rientro in campo continua il break di Caserta che viene chiuso da Cella (0-7) col punto che vale l’8-13. La Hermaea prova però a restare in scia e a riportarsi -3 (13-16). Coach Bracci manda in campo Giugovaz per Frigo. Lo svantaggio diventa ancora più ridotto quando Nikolaeva strappa il 17-19 che costringe l’allenatore rosanero a richiamare le sue ragazze in panchina. Ma al rientro in campo non c’è più storia: Olbia sbaglia tantissimo e regala anche il secondo set (20-25) quando Nikolaeva trova la rete sul proprio servizio.

TERZO SET. Partenza in quinta marcia per la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta. Melli e Fucka portano la contesa subito sullo 0-4 e coach Anile si gioca il primo ‘tempo’. Ma al rientro in campo il leit motiv del match non cambia: due muri di fila sempre di Melli (2-8) costringono l’allenatore sardo a chiedere il suo secondo e ultimo time-out. Le rosanero hanno voglia di chiudere in fretta i conti: rientra in campo sul 3-9 anche la venezuelana Perez dopo il lungo infortunio. E il suo primo punto vale il +10 (5-15). Ace di Dalia per il 6-18. Non c’è storia. Entrano in campo anche Maggipinto e Trevisiol per Cella e Dalia. La sfida sull’isola si chiude con l’attacco out di Fiore. Finisce 13-25.