post

La Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta spaventa anche la corazzata Busto Arsizio: primo set da applausi poi il PalaYamamay spinge le padrone di casa

Contro la corazzata Busto Arsizio la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta fa la voce grossa per un set poi cala alla distanza ed è costretta a cedere per 3-1 al termine di un match bellissimo che ha visto spunti di grandissima pallavolo. Le rosanero giocano un primo parziale perfetto e nonostante tornino a casa senza punti hanno dimostrato di potersela giocare alla pari con tutti. E martedì si torna in campo: arriva Novara. La Golden Tulip VolAlto 2.0 è una squadra che cresce e cade nello stesso momento.
Nel primo set i servizi di Gray e Garzaro lanciano le ospiti in avvio (1-4), ma la UYBA resta vicina grazie agli spunti di Lowe e all’errore di Castaneda (5-6). Si procede a braccetto fino al 18 pari poi nel momento più delicato Simon firma l’ace del 22-24; Herbots annulla in pipe (23-24 tempo Cuccarini) ma Negretti (appena entrata) spara in rete il servizio che regala il set alle ospiti (23-25).
Secondo set: l’avvio è equilibrato con un leggero predominio bustocco (6-5 ok Lowe), poi Orro ed Herbots provano ad allungare (8-6). Lowe a tutto braccio trova il 13-10, mentre sul 15-12 le ospiti provano ad inserire Holzer e Dalia. Gray è continua e trova il -1 (15-14 tempo Lavarini), Herbots attacca in rete ed è di nuovi pari (15-15). Dopo il 15-17 di Gray Lavarini inserisce Villani per Herbots, dopo l’out di Lowe prova anche Cumino e Bici. Le campane si fanno valere a muro e Lavarini è costretto a fermare ancora il gioco (15-19), poi Lowe (appena rientrata con Orro) riaccende la speranza con il muro del 17-19. Mentre rientra Herbots, Bonifacio firma due muri fondamentali sui servizi di Orro (19-20), ma Gray è sempre ottima in fase offensiva (rientrano Bechis e Castaneda). Bonifacio è efficace anche al servizio (ace del 21-21), Washington sale in cattedra con la doppietta del 23-22, Gennari conquista un set-ball (24-23), Caserta invade e finisce 25-23.
Terzo set: Bonifacio è ancora protagonista con attacco ed ace (4-3), ma una super Castaneda cerca subito di far volare Caserta (4-6 dentro Villani per Gennari); la neo entrata mura il punto de pari 6, Herbots sorpassa dopo il lungo scambio che porta all’8-7. Washington si intende con Orro per il 18-14, Herbots continua il suo super parziale (19-15), ma Bechis di prima intenzione fa chiamare tempo a Lavarini (19-17); Herbots e Lowe trovano bene cambiopalla ed allungano fino al 23-19 (pipe Herbots, tempo Cuccarini), proprio Lowe chiude con l’ace del 25-19.
Quarto set: Caserta regala ora qualcosa e si va all’8-4, Lowe martella da 2 (11-8), Bonifacio conferma la serata top, Herbots colpisce anche dai 9 metri per il 13-9 (tempo Cuccarini, dentro Berti per Washington). Lowe continua il suo show in attacco e al servizio (17-11), ma Caserta non è al tappeto: Castaneda prova la rimonta e fa chiamare tempo a Lavarini (17-14), Herbots sfrutta la super difesa di Wang per fare 18-14, salta alto e realizza fino al 20-15. Il finale è in discesa per le farfalle con una Herbots da favola (super difesa ed ace per il 24-19) e con l’ultimo punto firmato Lowe (25-18).
Unet e-work Busto Arsizio: Washington 7, Bici, Herbots 24, Simin (L), Gennari 4, Cumino, Orro 4, Villani 3, Lowe 25, Bonifacio 9, Negretti, Berti, Leonardi ne. All. Lavarini, 2° Musso. Battute vincenti 12, errate 13. Muri: 6.
Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta: Alhassan 7, Dalia, Ameri, Poll, Holzer, Ghilardi (L), Cruz 7, Gray 17, Castaneda 20, Garzaro 5, Bechis 3. All. Cuccarini. Battute vincenti 4, errate 9. Muri: 5.
Arbitri: Spinnicchia e Zavater

post

La Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta ricorda le “Quattro Stelle”

9 Novembre 2008 – 9 Novembre 2019: sono trascorsi undici anni dal terribile incidente di Buccino.
Una tragedia, ancora viva nei cuori di tanti casertani, che ha portato via, prematuramente, le “quattro stelle”: Emanuela, Gianluca, Paolo e Gigi.
Anche la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta, con il suo presidente Nicola Turco, è vicina ai familiari delle vittime nel giorno della commemorazione alla Chiesa del Buon Pastore di: Emanuela Gallicola, dirigente della squadra under 15 della società di Basket, Gianluca Noia, allenatore della squadra under 15, Paolino Mercaldo, atleta della squadra under 15 e Luigi Mercaldo, padre di Paolo ed accompagnatore della squadra.
“Nessuno dimenticherà mai” sottolinea il presidente Nicola Turco. Che aggiunge: “Oggi, nel giorno del ricordo, mi permetto di evidenziare quanto le Quattro Stelle abbiano dato allo sport casertano. Sono state e resteranno per sempre un esempio”

post

Lettera aperta al direttore de “Il Mattino”. Ecco perché non funziona il sano giornalismo

Egregio direttore, Le vogliamo raccontare l’ultima che ha fatto il suo giornalista che segue anche il campionato di Volley femminile A1.
Da qui le critiche piovute sui social all’indirizzo de “Il Mattino” che non redige un articolo per l’unica squadra del centro-sud che milita nella massima serie.
Fortunatamente, come avrà avuto modo anche Lei di leggere, ci sono altre testate nazionali che portano in alto il nome della Volalto 2.0 Caserta.
A noi questa disattenzione, però, dispiace – e non poco – anche se comprendiamo, sia ben chiaro, questa precisa scelta editoriale.
Ma torniamo al giornalista. Che si presenta con area spavalda al PalaVignola, senza accreditarsi, con il quasi tutto esaurito al botteghino, in occasione della gara casalinga con il Conegliano.
Il personale addetto agli accrediti, essendo nuovo e non conoscendo i “pezzi da 90”, lo ferma per chiarimenti. Lui, di rimando, alla presenza di 5/6 nostri addetti oltre che di un gruppo di tifosi, minaccia tutti dicendo che, in caso di mancato ingresso, avrebbe cominciato una campagna giornalistica denigratoria contro la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta dalle colonne de “Il Mattino”.
Gli stessi addetti si attivano per capire chi fosse questo Signore e la società, non appena avvisata, immediatamente dà l’ok per il suo ingresso al Palazzetto.
Sempre lo stesso giornalista si ripresenta al PalaVignola, in occasione della gara casalinga con il Saugella Monza, si siede quasi nel campo e, inspiegabilmente, dopo la schiacciante vittoria della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta non scrive il giorno dopo una sola riga su di un risultato, per noi, così importante.
Nel frattempo i tifosi si scatenano sui social, con critiche a “Il Mattino” che, nemmeno il giorno dopo, riporta un solo commento sulla eccellente prestazione della Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta.
Fatta questa dovuta premessa, anche per far capire ai lettori di cosa stiamo parlando, siamo sicuri che l’errore è in capo al giornalista, che evitiamo di nominare vista anche la sua età; errore, però, che ha ripercussioni sul quotidiano che quest’ultimo rappresenta.
Caro direttore, ci permettiamo, allora, di esprimere un nostro concetto: non è corretto nei suoi riguardi e nei nostri riguardi questo tipo di comportamento.
Siamo profondamente rammaricati del fatto che il quotidiano da Lei diretto, che è senza dubbio alcuno il più prestigioso della Campania, venga trattato male sui social.
Parimenti dobbiamo, però, riconoscere che altre autorevoli testate nazionali, che non stiamo qui ad elencare, danno ampio spazio e visibilità alla Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta senza chiedere nulla in cambio.
Il nostro dovere, caro direttore, è stato fatto nei Suoi confronti e nei confronti di quei giornalisti che vivono e combattano per il rispetto delle regole.