Troppo forte la Battistelli, le romagnole violano il taraflex della Golden Tulip

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA                    0
BATTISTELLI SAN GIOVANNI MARIGNANO       3
(18-25; 19-25; 14-25)

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA: Marangon, Denysova (8), Silotto, Manig (1), Cvetnic (10), Barone, Mabilo (5), Tajè (4). Ne: Abate, Forte, Savinelli, Emendato. Allenatore: Madonna
BATTISTELLI SAN GIOVANNI MARIGNANO: Casillo (14), Bordignon, Barttistoni, Markovic (15), Zanette (15), Saguatti (7), Gibertini, Gray, Nasari, Sgarbossa, Giordano, Caneva (7). Allenatore: Saja

Finisce con un netto 0-3 la sfida tra Golden Tulip e Battistelli San Giovanni in Marignano. Troppo netto il divario tra le due squadre. Caserta ha provato con le armi a sua disposizione a tenere testa alla corazzata romagnola, ma complice la straordinaria serata di Casillo e le sempre positive Markovic e Zanette, ha potuto fare ben poco. La Battistelli continua così la sua corsa ai vertici della classifica, mentre Caserta approfittando del turno di riposo e dell’incipiente mercato, prepara le prossime due sfide casalinghe: Olbia ed Urbino. Li comincerà un’ altra storia.

PRIMO SET (18-25)

Inizia bene Caserta che si porta subito vanti di due. (6-4). Marignano però si ritrova e con un doppio errore di Silotto in ricezione pareggia e mette la freccia. Il set prosegue equilibrato, punto a punto ed è il muro rosanero Manig-Mabilo che riporta in corsa le padrone di casa sul 10-11. Le ospiti puntano su forza e precisione ed allungano sul 15-20, con le dragonesse che continuano ad avere seri problemi in ricezione. L’allungo di San Giovanni è importante. Markovic colpisce con impressionante continuità. Saguatti fa male al servizio  Il set è della Battistelli.

SECONDO SET (19-25)

Tanto equilibrio in avvio di parziale, ma Caserta che fa ancora fatica in ricezione regalando punti alle ospiti, (4-6). Il doppio errore in battuta lancia la Battistelli in scia positiva sul 7-12, ma la Golden si rivitalizza con l’ingresso di Maragon che dona alle dragonesse maggior compattezza in difesa. In attacco però, resta poca precisione e San Giovanni allunga 8-15. E’ ancora il duo Cvetnic in battuta e Denysova in difesa a muro solitario a provare a cambiare l’inerzia del parziale ma Casillo trascina ancora le sue sul 12-19. Una Mabilo dal braccio caldissimo accorcia sul 15-20, la Battistelli però gioca d’astuzia ed incanala il parziale sulle proprie corde. E’ Denysova ad annullare la prima palla set delle avversarie, ma è proprio lei che regala il venticinquesimo punto a Marignano con l’errore in battuta.

TERZO SET (14-25)

Marignano parte fortissimo. (0-4). Il braccio de duo Markovic-Zanette è sahariano. Due ace di Cvetnic  e l’errore al servizio di Markovic riportano le loclai sul meno uno. (3-4). E’ un attimo. La Battistelli allunga, con Casillo che spadroneggia al centro del campo sia a muro che in attacco, regalando alle sue il 6-11. Caserta cerca di restare in scia per provare a portare il match al quarto set ma le ospiti sbagliano davvero pochissimo in difesa, allungando inesorabilmente sul 9-18 dominando la scena. Il decimo punto è delle dragonesse con una prova di forza del duo Denysova-Cvetnic con un filotto positivo sul 12-19. E’ ancora troppo poco però per spaventare Markovic e socie, particolarmente compatte portandosi sul 13-24. A decidere l’incontro è ancora l’errore in battuta di Mabilo, che fa partire la festa di Marignano.