post

La Golden Tulip Volalto saluta il Palazzetto con l’ennesima sconfitta e cede il passo a Baronissi

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA   0
P2P GIVOVA BARONISSI                      3
(9-25; 17-25; 16-25)

GOLDEN TULIP VOLALTO CASERTA: Maragon, Denysova (16), Silotto (4), Manig (3), Barone, Mabilo (4), Tajè (4), Emendato. Ne: Dello Iacono. Coach: Madonna Vice allenatore: Campolattano
P2P GIVOVA BARONISSI: Baruffi, Ferrara (7), Travaglini (10), Avenia (6), Prestanti, Mendaro (23), Strobbe (5), Maggipinto, Amaturo, Pedone, Pilar (7), Moneta (2), Quarchioni (1). Coach: Ferrara Vice Allenatore: Cicatelli

Il derby è di Baronissi. La VolAlto non riesce a chiudere con un sorriso il suo campionato. Era l’ultima gara interna della stagione e le rosanero volevano provare a centrare un risultato positivo. Senza Cvetnic l’impresa si è subito rivelata ardua. Il campo ha confermato ciò. Brutta Golden nel primo parziale, leggermente meglio negli altri due. Troppo poco contro un a Baronissi che ha mostrato individualità importanti come Strobbe, Avenia e Mendaro. Finisce 3-0 per la Givova.

PRIMO SET (9-25)
Inizio gelido per la Golden che non può nulla sugli attacchi di Baronissi (0-5) e respira solo con Mabilo e Manig (2-9). Caserta resta ingolfata e senza Cvetnic è ancora più difficile (4-13). Al di là della rete Pilar è martello incontenibile (6-18). Baronissi prende il volo con Caserta che ha il braccio troppo freddo (9-24) e chiude il set con l’attacco di Ferrara.

SECONDO SET (17-25)
L’avvio di Caserta è da brividi. Baronissi ne fa 6 consecutivi e per la Golden sembra notte fonda. Denysova non ci sta. L’ucraina avoca a sé tutto il peso offensivo della squadra. Contro break delle padrone di casa e set riaperto. Le ospiti però sfruttano bene i cambi palla ed allungano (7-11). Tajè mantiene la Volalto in scia (10-13). Il gap resta invariato con Denysova che aumenta le percentuali rosanero in attacco (15-18). Mendaro però fa la differenza. La portoricana da sola trascina Baronissi (17-23) e spiana la strada verso la vittoria del secondo set.

TERZO SET (16-25)
Terzo parziale equilibrato (3-3). La Golden Tulip sembra volerci provare.  L’attacco di Silotto da a Caserta il primo vantaggio  (5-3). Paura per Pilar che nel recuperare un pallone urta violentemente  con la fronte sulla panchina di Baronissi: momenti di apprensione per la forte giocatrice che rimedia un brutto ematoma e viene sostituita. Baronissi impatta con Strobbe (6-6) e mette la freccia grazie alla solita Mendaro (10-13). Caserta non molla e resta in scia (13-15), ma ancora una volta è la portoricana a spostare gli equilibri. La Golden ci mette il cuore ma non basta: show di Mendaro che va in punto con 9 battute consecutive (14-24). A chiudere set e match è Quarchioni che regala alle sue la vittoria.

post

Ultimo turno interno. Derby con Baronissi, la VolAlto prova l’acuto finale

Per salutare con un sorriso il pubblico di casa, per dire che forse i soli otto punti conquistati non sono il reale valore di questa squadra, perché è un derby e come tale deve essere onorato al massimo.

Recupero della penultima giornata della regular season, ultima interna per la Golden Tulip. Sul taraflex amico arriva la Due Principati Baronissi.

” Una partita che ai fini della classifica ha poco valore per entrambi – spiega coach Madonna – ma sia noi che la Giovova vogliamo questa vittoria per più di un motivo”.

Dodicesima con 31 punti conquistati, la formazione prima allenata da Castillo e poi dal suo vice Cicatelli, ha ampiamente centrato il traguardo della salvezza. Dopo la sfortunata stagione passata culminata con la retrocessione in B2, il team salernitano ha acquisito il titolo di A2 presentandosi ai nastri di partenza del secondo torneo nazionale con motivazioni molto forti. Tante le giocatrici di rilievo. In primis la centrale Strobbe, centrale tra le più forti in circolazione nel suo ruolo ed ex di giornata, ma anche Maggipinto, la centrale Vujiko, la schiacciatrice Moneta. A gennaio si è rinforzata con la schiacciatrice portoricana Lopez e la centrale Alessia Travaglini. Seconda ex di giornata la pallegiatrice Giorgia Avenia. Come non menzionare, infine, Carmen Gagliardi, centrale di fatto affermatasi come giocatrice proprio in maglia VolAlto per tre stagioni. Nel complesso una squadra abbastanza completa che ha rispecchiato le previsioni della vigilia.

” Bisognerà vedere chi avrà motivazioni più forti – taglia corto il tecnico della Golden Tulip – noi vogliamo assolutamente chiudere con un sorriso il nostro campionato. Vogliamo congedarci dai nostri tifosi con una vittoria. In tutto il torneo, nonostante esso sia stato avaro di risultati, abbiamo sempre sentito il loro calore e ci sembra giusto congedarci con una prestazione importante”.

Tecnicamente Baronissi è squadra che presenta diverse alternative in attacco, con una buona correlazione muro difesa e due centrali di peso.

“Senza dubbio – riprende Madonna – Come al solito noi dovremo essere bravi a  mantenere alte le nostre percentuali in ricezione, fare attenzione al loro muro,  bisogna mettercela tutta ed anche di più”.

Si comincia alle ore 18:00. Ingresso gratuito. Oramai la classifica attende solo l’archiviazione definitiva, ma c’è posto ancora per griffarla con una ultima prova d’orgoglio.