post

Volalto 2.0, finale play-off: intervista al Presidente Nicola Turco in vista della Finale tra Caserta e Orvieto

Attendendo la finale play off Gara 1 tra Caserta e Orvieto di domenica 12 maggio al Palavignola abbiamo intervistato Nicola Turco, presidente della VOLALTO 2.0
D) Presidente, buongiorno.
R) Buongiorno a lei e ai lettori. Permette che me la canto e me la suono?
D) Ahhahhh. Presidente, cosa ne pensa della Finale?
R) Penso che la Lega e la Fipav debbano monitorare tutto e garantire serenità a tutti.
D) Cioè?
R) È una partita che sarà vista e seguita da tutta l’Italia del Volley e il mio amico Flavio Zambelli, che stimo, deve stare sereno. Io non farò passare sottobanco notizie per il prossimo anno, sono e sarò corretto, come so che lo sarà anche lui. La partita si giocherà sul Taraflex e vinca chi merita.
D) Nel mondo del Volley si vociferava che se la Zambelli fosse passata, avrebbe venduto il titolo di A1 a lei.
R) Chiacchiere metropolitane! Con Flavio c’è un bellissimo rapporto. Credo che abbiano messo in giro questa falsa notizia per farci ‘rompere’, ma non sarà così. Se Flavio vince avrà i miei più sinceri e leali complimenti e gli offrirò anche una cena. Per capirci, io mi arrabbio solo se vengo a sapere che qualcuno o qualche procuratore parla a vuoto. Allora scateno uno tsunami!!! Per il resto, la mia serietà e quella di Flavio sono una garanzia per il Volley italiano.
D) Presidente se ho capito bene, non accetterà nemmeno un minimo errore?
R) In una finale, errori non ci possono e non ci devono essere!!! I telefoni devono stare ai loro posti. Ognuno deve fare la propria parte con educazione e correttezza! E chi agirà diversamente merita punizioni. Il fatto che non c’è il video check in una finale così importante non lo condivido ma rispetto la Lega e la Federazione in quanto garanti di tutto e tutti. Mi aspetto anche da parte loro una lettera di garanzia nei miei confronti e quelli della Zambelli, che in caso di “giochi di prestigio” si può essere radiati.
D) Come al solito ha sempre le idee chiare.
R) A me piace vincere o perdere con educazione e rispetto delle regole. Se fossi un Magistrato metterei sotto controllo il telefono mio e quello di Zambelli. Noi rappresentiamo varie categorie, Sport, Editoria, industria, imprenditoria, ciò sta a significare che dobbiamo dare esempio per il bene di tutti ed errori non ci sono concessi.
D) Grazie per l’intervista.
R) Grazie a lei, ci vediamo Domenica alle 17 al PalaVignola.